Maria Candida dell'Eucaristia

Madre Maria Candida dell'Eucaristia (al secolo Maria Barba) all'età di 15 anni

Madre Candida nasce 16 gennaio 1884 a Catanzaro, decima di dodici figli: riceve il Battesimo tre giorni dopo. Due anni più tardi la famiglia si trasferisce a Palermo, dove Maria trascorrerà tutto il resto della sua vita. Il 3 aprile 1894 riceve la Prima Comunione. Nel giugno del 1899 ha inizio la sua conversione: il 2 luglio, dopo aver assistito ad una vestizione religiosa percepisce la sua vocazione.

Nonostante sia cresciuta in un ambiente religioso, incontrerà la durissima opposizione dei suoi familiari, soprattutto dei fratelli. Nel 1902 ha inizio la sua intensa esperienza mistica con l'Eucaristia. A 18 anni emetterà il voto di verginità temporaneo, da rinnovare ogni tre mesi. Il 1904 vede la scomparsa di suo padre, nel 1911 perderà invece il giovane fratello Paolo. Il 1912 segna l'incontro con il carisma carmelitano: dopo essere entrata in contatto con il Carmelo di Palermo, legge la "Storia di un'anima". Nello stesso anno riceverà la Cresima. Il 1914 è segnato da un altro lutto: muore sua madre.

 

Madre Maria Candida dell'Eucaristia

 

Nel 1919, dietro indicazione dell'arcivescovo di Palermo, parte per Ragusa (nonostante la fortissima opposizione dei fratelli): farà il suo ingresso al Carmelo il 25 settembre. Il 16 aprile 1920 riceve l'abito carmelitano ed il nome da religiosa: Maria Candida dell'Eucaristia. Nel 1922 scrive "Salita: primi passi", racconto della sua vocazione e del suo arrivo al Carmelo. Il 23 aprile 1924 emette la professione. Nel 1933 comincerà a scrivere il suo manoscritto sull'Eucaristia, "Colloqui Eucaristici" (nella prima pubblicazione del 1979 intitolati "L'Eucaristia"). Dal novembre di quest'anno fino al 1947 manterrà ininterrottamente l'incarico di Priora, anno nel quale viene designata come fondatrice del Monastero di Siracusa. Nel 1949 le viene diagnosticato un tumore al fegato, a causa del quale morirà il 12 giugno, solennità della Santissima Trinità. Quella stessa notte, una sua conserella guarisce da un eczema al piede giudicato incurabile. Il 14 giugno si raduna un'impressionante moltitudine di persone per le esequie di Suor Maria Candida.

Dal 1956 vengono istruite le pratiche, i processi e le documentazioni necessarie ad arrivare fino al momento della sua beatificazione. Il 18 dicembre 2000 Giovanni Paolo II la dichiara Venerabile: è il passo decisivo verso la Beatificazione in Piazza S. Pietro, a Roma, il 21 marzo 2004.

 

 

 

Joomla SEF URLs by Artio